4 consigli per una convivenza perfetta tra il pastore tedesco ed altri cani

Il pastore tedesco va d’accordo con gli altri cani? Meglio scegliere un secondo cane dello stesso sesso di quello che vive con noi oppure è meglio uno del sesso opposto? 2 cani femmine litigano?

A queste domande risponderemo in maniera esaustiva nel nostro nuovo articolo, così da offrirti i giusti consigli per evitare complicazioni a causa della convivenza del pastore tedesco ed altri cani. Prosegui nella lettura per scoprire di più.

Il pastore tedesco e la convivenza con altri cani

Da un punto di vista del carattere, il pastore tedesco è un cane che per via della sua grande sicurezza, tende particolarmente ad imporsi.

Soprattutto il maschio, con l’inizio della sua maturità sessuale, potrebbe avere degli atteggiamenti all’apparenza aggressivi nei confronti di altri cani, che tuttavia possono essere smussati lavorando sull’educazione quando il pastore tedesco è cucciolo.

Infatti, nonostante questo temperamento, è importante far socializzare il pastore tedesco con altri cani sin dai primi mesi di vita ed evitare assolutamente di isolarlo: oltre ad essere una razza che soffre particolarmente la solitudine, il pastore tedesco ha una natura di giocherellone che è importante assecondare.

Cosa c’è di meglio allora che inserirlo in una casa dove è presente già un cane oppure adottare un altro esemplare che possa fargli compagnia?

Le attività divertenti, in presenza di un secondo cane, si moltiplicheranno. Se i due cani si troveranno bene, potranno svolgere attività per le quali noi uomini non siamo portati, tra cui la lotta, il rincorrersi a vicenda, l’esplorare nuovi luoghi ed il rotolarsi in giardino.

Inoltre, con un secondo cane il problema della solitudine è quasi risolto, visto che si terranno compagnia a vicenda. Tuttavia, non cadere nell’errore di lasciarli troppo tempo da soli ed isolati da tutti.

Occorre comunque seguire alcune precauzioni perché, seppur non sia matematico che tra due cani possano esserci delle complicazioni, non si deve nemmeno dare per scontato che tutto fili liscio.

Quale secondo cane scegliere per una corretta convivenza con il pastore tedesco?

Se possiedi già un cucciolo di pastore tedesco o hai intenzione di acquistarne uno presso un allevamento riconosciuto come il nostro, ti consigliamo di scegliere il secondo cane di sesso opposto rispetto al primo.

Due cani maschi o due cani femmine potrebbero avere delle difficoltà di relazione tra di loro, seppur non è detto che ciò accada.

In particolare, due pastori tedeschi maschi, in età giovanile, cercheranno il confronto tra di loro per determinare il posto nel “branco”. Ad ogni modo, se sono cani equilibrati ed ottimamente socializzati sin da cuccioli (come avviene presso il nostro allevamento), non è detto che non si possa scegliere un secondo cane dello stesso sesso.

Avere due cani femmine potrebbe portare ugualmente a possibili complicazioni, nonostante rispetto ai maschi sia più semplice far convivere tra di loro.

Infatti, le difficoltà possono arrivare quando, ad esempio, una femmina dei due pastori tedeschi va in calore o, peggio ancora, quando una delle due deve affrontare una “gravidanza isterica”. In quest’ultimo caso 2 cani femmine litigano e possono dimostrarsi molto aggressive pur di difendere il “pupazzetto” o il giocattolo che hanno elevato a rango di proprio cucciolo.

Comunque sia, se scegli la coppia maschio-femmina, che generalmente va più d’accordo, è opportuno non sottovalutare l’adozione di determinate precauzioni.

Ad esempio, è molto importante che almeno uno dei due venga sterilizzato per evitare che il cane maschio tenti di montare la femmina ogni volta che lei andrà in calore.

Ti consigliamo, infatti, di evitare che i due cani non sterilizzati siano “separati in casa”, in quanto potresti creare uno stress insopportabile per il maschio, il quale potrebbe reagire adottando comportamenti molto fastidiosi e dannosi nei confronti della tua abitazione. Piuttosto potresti adottare la soluzione di portare il tuo cane maschio in pensione: una decisione sicuramente migliore.

Convivenza tra pastore tedesco ed altri cani: 4 consigli per la presentazione del secondo cane

Ecco qui di seguito alcuni utili consigli per la presentazione del tuo cucciolo di pastore tedesco ad un altro cane:

1. Mai portare il secondo cane in casa a tradimento

Questo consiglio non va assolutamente sottovalutato, neanche se il tuo secondo cane è di sesso opposto o cucciolo. Altrimenti, il nuovo arrivato potrebbe essere visto come intruso e scatenare la gelosia del primo cane.

Dovresti fingere un “incontro a caso”, in un luogo possibilmente neutro dove il pastore tedesco e l’altro cane possano annusarsi, conoscersi a vicenda e giocare insieme. Il ritorno a casa insieme sarà, quindi, vissuto in maniera piacevole.

2. Non scatenare inutili gelosie

Nonostante si possa essere tentati nel dare più attenzioni al nuovo arrivato, in particolare se cucciolo, è importante non far sentire il primo cane tradito. Deve valere sempre la regola “o a entrambi o a nessuno dei due”.

I cani sono infatti molto rispettosi delle gerarchie di ruolo: se scattano i conflitti, la colpa può essere del padrone che ha consolato ed aiutato troppo il nuovo arrivato.

Inoltre, è fondamentale che ogni cane abbia i suoi spazi: in particolare le cucce devono essere separate e, soprattutto, le ciotole dove mangiare devono essere personali, in quanto il cibo è una delle prime occasioni di conflitto.

3. Non modificare le abitudini

Per una convivenza ottimale tra il pastore tedesco ed un altro cane, ricorda di non modificare mai le abitudini di quello che convive con te da più tempo.

Sarà il secondo cane a doversi adattare alle regole ed alle abitudini di chi è nella tua casa da più tempo. Il cucciolo deve infatti saper rispettare ed imparare i nuovi ritmi: è così che impara ad essere un cane equilibrato, sereno e sicuro di sé.

4. Non sgridarli se litigano

I pastori tedeschi, così come tutti i cani, hanno i loro codici: è sbagliato sgridarli quando entrano in conflitto tra di loro. Spesso è meglio lasciare che “se la sbrighino” tra di loro, senza mettersi di mezzo.

E, soprattutto, non è giusto riprendere in automatico il cane più adulto, in quanto questo tuo comportamento potrebbe rovinare un equilibrio che si è creato durante gli anni.

Ricorda, inoltre, che spesso sono i cuccioli che, per la loro curiosità e per la grande voglia di giocare, recano “disturbo” al cane adulto: potrebbero, ad esempio, rubargli la cuccia oppure mangiare i suoi biscotti.

Seppur possa venire spontaneo difendere il nuovo arrivato, non cadere nel classico errore di sgridare il cane più adulto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno + tredici =