7 cose presenti in casa, che potrebbero causare allergie al tuo Pastore Tedesco

Le allergie sono un problema comune ai proprietari di Pastori Tedeschi e possono causare prurito, arrossamenti, infezioni alle orecchie, dermatiti etc.

Mantenere la pelle sana attraverso una dieta equilibrata e integratori, andare dal veterinario, e rimuovere dall’ambiente quanti più allergeni possibili, può aiutare a lenire il prurito del tuo cane.

I proprietari, di solito, attribuiscono le allergie al cibo, ma è più probabile che la causa scatenante risieda nell’ambiente dove vivie il nostro cane.

Secondo il Servizio di Nutrizione Clinica del Veterinary Cummings Medical Center della Tufts University, le allergie al cibo non sono poi così tanto comuni come molte aziende che producono cibo per animali vorrebbero farci credere.

Il prurito, le infezioni della pelle e delle orecchie sono spesso causati da sostanze che si trovano nell’ambiente, piuttosto che nelle proteine contenute nei cibi.

Se il vostro pastore tedesco presenta sintomi allergici, sottoponetelo a test per allergie ambientali, oppure provate a ridurre la quantità di potenziali allergeni presenti in casa, invece di cambiare la tipologia di cibo.

Tra gli allergeni domestici che potrebbero causare prurito e altri antipatici sintomi allergici nei Pastori Tedeschi troviamo:

Acari della polvere

Un allergene comune tra i cani: secondo la Dott.ssa Ashley Rossman, gli acari della polvere colpiscono spesso l’epidermide dei cani e possono causare rossore, prurito e dermatite.

Uno studio dell’American Journal of Veterinary Research ipotizza che la maggior parte dei cani che soffre di dermatite atopica sia allergica agli acari della polvere.

Questi si trovano nei mobili, nei cuscini, nelle lenzuola, nei tappeti, nelle persiane, nelle tende e nei peluche.

Il modo migliore per liberarsi di questi parassiti è passare spesso l’aspirapolvere, pulire gli spazzoloni, spolverare, sterilizzare lenzuola, cuscini e giocattoli tutte le settimane.

Allergie da muffe e umidità

La muffa può causare allergie anche nei cani. Tra i sintomi di una reazione alla muffa troviamo: problemi respiratori, secrezioni nasali, prurito, problemi gastrointestinali e problemi neurologici.

Per essere sicuri che il vostro cane non entri in contatto con la muffa, mantenete il più puliti possibile gli ambienti a più alto tasso di umidità, quali bagno e locali lavanderia.

Riparate i tubi che perdono, asciugate l’acqua stagnante (per esempio, dai pannelli del frigorifero), e fate in modo che i condizionatori e il riscaldamento siano sotto manutenzione e ben funzionanti.

Allergie e piante da interni

Anche le piante, sia da fiori che da interni, rientrano tra le potenziali cause delle allergie nei cani. I sintomi possono presentarsi stagionalmente.

Le piante possono causare prurito alla pelle, eruzioni cutanee, starnuti, secrezioni oculari e alcune piante da interni producono polline.

Alcune piante possono trasmettere dermatiti e il terreno può ospitare muffa.

Dal momento che i cani, si trovano a più stretto contatto col suolo, rispetto agli umani, sono più esposti alle piante basse.

Il fumo di sigaretta

Il tabacco da fumo contiene circa 7.000 componenti chimiche e può causare allergie nei cani.

È anche un irritante che può causare disturbi respiratori, problemi agli occhi, cancro al naso e ai polmoni, scompensi cardiaci, e altri problemi di salute di cui soffrono anche gli umani.

L’immunità di rischio da fumo passivo non esiste. I sintomi delle allergie da fumo nei cani includono la dermatite atopica, prurito alla pelle, difficoltà respiratorie, lacrimazione agli occhi, starnuti.

Leggi anche: danni del fumo passivo sul Pastore Tedesco

Detergenti per la casa

I cani si trovano costantemente a contatto col pavimento e con altre superfici della casa che vengono trattate con detergenti chimici.

Le loro zampe sono come spugne che attraggono tutti i componenti chimici ai quali sono esposte, camminando; molto spesso, si ritrovano anche a leccare.

I detersivi per la lavatrice, gli ammorbidenti, i trattanti per tessuti (come Febreze), gli shampoo per tappeti, i saponi, i detergenti, i residui delle lacche per capelli, e perfino il cloro delle piscine possono rappresentare una minaccia per i cani sensibili.

Le zampe arrossate e con prurito, le dermatiti, le eruzioni cutanee, i graffi, le infezioni delle orecchie e tanti altri disturbi, possono essere causati dai detergenti per la casa.

Se avete un cane allergico, curatelo con prodotti naturali, privi di sostanze chimiche e verificate se questo apporta un po’ di sollievo.

Cucce e cuscini in sintetico

Per quanto possa sembrare strano, la cuccia può contribuire all’insorgere delle infezioni, I materiali e i tessuti presenti in alcune di esse sono trattati con prodotti chimici.

Le cucce sono anche un paradiso per gli acari della polvere. Le cucce che contengono piume o lana possono rappresentare un problema.

Se pensate che il problema stia nella cuccia del vostro cane, provate a lavarla tutte le settimane con acqua calda. Se non funziona, sostituitela con una cuccia 100% cotone o una ipoallergenica.

Presenza di altri animali

Al pari degli umani, i cani possono sviluppare allergie agli altri animali presenti in casa. Secondo il Dott. Arndt, i cani possono essere allergici ai peli degli altri animali.

L’arrivo di un nuovo animale domestico potrebbe essere un problema, al pari dell’improvvisa sensibilità a un animale già esistente.

Fortunatamente, le allergie agli altri animali sono rare, quindi le cause più probabili delle allergie dei vostri cani sono i detersivi e gli acari della polvere.

Speriamo che questo articolo vi sia stato utile per risalire alle cause di allergie dei vostri cuccioli di pastore tedesco.

Secondo i veterinari, i cani sviluppano allergie ambientali a causa di barriere epidermiche sottili che permettono agli allergeni e ad altre sostanze irritanti di penetrare le altre barriere della pelle, sede del sistema immunitario.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *