Cuccioli di cane e bambini: la migliore razza è il pastore tedesco

I cuccioli di cane sono un vero e proprio toccasana per la salute ed il benessere dei bambini.

Sono differenti le pubblicazioni e gli studi che affermano quanto sia importante affiancare un animale ai propri figli in tenera età, perché la relazione che si sviluppa con l’amico a quattro zampe aiuta il bambino nella crescita, rendendolo più maturo, autonomo e rispettoso verso gli altri.

In particolare, il pastore tedesco, secondo Purina, il leader mondiale nel settore Pet Care, è ritenuto la migliore razza di cane per bambini.

Andiamo a scoprire in questo articolo i motivi per cui vale la pena accogliere dei cuccioli di pastore tedesco in famiglia ed andiamo a stabilire alcune regole importanti per una convivenza sicura, senza alcun tipo di pericolo.

Cuccioli di cane per bambini: 3 motivi per adottare un pastore tedesco

Rinunciare ad un cucciolo di cane quando è in arrivo un neonato, come abbiamo appena visto, si può rivelare una scelta sbagliata per lo sviluppo psicofisico del bambino.

La presenza di un animale domestico, come dimostrato da diverse ricerche scientifiche, rende meno inclini i propri figli a sviluppare allergie ed asma e li aiuta da un punto di vista psicologico: grazie ai piccoli compiti quotidiani (dare la pappa al cucciolo, portarlo a passeggio e spazzolarlo) i bambini imparano a responsabilizzarsi, a non rimanere troppo davanti ai dispositivi elettronici e ad essere più rilassati.

Secondo una ricerca condotta dall’Università di Montreal, pubblicata nella rivista “Psychoneuroendocrinology”, sembra che il cane sia un amico e compagno di crescita davvero insostituibile per i bambini che soffrono di autismo.

Mentre, secondo la State University di New York, chi possiede un animale domestico ha un ridotto livello di tensione e stress a livello psicofisico.

Ma perché scegliere proprio un cucciolo di pastore tedesco? Ecco 3 motivi per cui questo cane è consigliato per i bambini.

Responsabilità

Il pastore tedesco è ritenuto un ottimo cane da compagnia per bambini in virtù soprattutto di questo suo grande pregio.

Se ben addestrato, questo esemplare si rivela, infatti, un ottimo baby sitter. Il suo istinto primordiale di cane da lavoro gli fa preferire le responsabilità (come quelle ad esempio di aiutare le persone più deboli o di fare da cane poliziotto) alla completa inattività.

Dunque, durante la sua crescita, farà in modo di sentirsi sempre utile. In ogni caso, per rendere davvero felice il pastore tedesco e far sì che sia un cane adatto ai bambini, è necessario dedicargli un po’ di ore al giorno proponendogli attività fisiche che gli permettano di realizzarsi completamente.

Lealtà

Il pastore tedesco, una volta che ha imparato a conoscere i bambini, diventerà con loro molto protettivo e leale, così come lo sarà con il resto della famiglia.

Quindi, è un ottimo guardiano, equilibrato ed attento a tutto. Non è assolutamente cattivo, come vogliono far credere alcune persone: questa fama è causata soprattutto dai ruoli che l’uomo gli fa spesso assumere.

Un cucciolo di pastore tedesco di qualità è sicuramente molto meno impulsivo ed è un cane intelligente e riflessivo.

Ad ogni modo, ti consigliamo di acquistare il cucciolo di pastore tedesco da allevatori affidabili per aver la sicurezza di portare a casa un cane adatto ad una famiglia con bambini che non sia nervoso ed aggressivo.

Natura giocosa

Il cucciolo di pastore tedesco è un vero e proprio giocherellone. Ama giocare con bambini ed adulti.

Sin dai primi mesi di vita, infatti, il gioco è un’attività davvero importante ed utile: è attraverso di essa che il cucciolo mette a punto i suoi comportamenti e cresce in maniera sana.

I bambini possono, quindi, diventare degli ottimi compagni per il proprio divertimento.

Per il pastore tedesco, così come per i bambini, giocare con regolarità, preferibilmente in luoghi all’aperto, è un toccasana a livello psicofisico: favorisce lo sviluppo dei muscoli, allena fisicamente e rilassa.

Cuccioli di cane e bambini: le regole per una convivenza senza incidenti

La relazione che si instaura tra i cuccioli di cane ed i bambini è molto forte ed importante. Tuttavia, soprattutto quando l’animale ha ancora pochi mesi di vita, è fondamentale la supervisione di un adulto.

La natura da giocherellone del pastore tedesco, così come l’entusiasmo smisurato e non controllato dei bambini, potrebbero portare a pericolosi incidenti, in mancanza di una persona adulta della famiglia che ne monitori la situazione.

La maggior parte degli episodi pericolosi, dalle cadute in terra dei bambini piccoli ai morsi da parte del cane, sono assolutamente evitabili. Basta prestare un po’ di attenzione.

La prima cosa da fare è non lasciare un bambino solo in casa con un cucciolo di cane, soprattutto durante i primi mesi dall’adozione dell’animale domestico. Durante il gioco il cane involontariamente potrebbe saltare addosso al bambino facendogli del male.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è l’incapacità, il più delle volte, dei bambini di interagire correttamente con i cani: potrebbero tirargli la coda e, se non in grado di interpretare i segnali di avvertimento dell’animale (come ad esempio il ringhiare), i bambini che continuano a fare del male al cane potrebbero essere morsicati.

Una reazione aggressiva da parte del cucciolo di cane potrebbe sviluppare nel bambino una paura nei confronti del cane difficile da superare anche col trascorrere degli anni.

Infine, per una relazione ottimale tra cuccioli di cane e bambini, è importante sottoporre a visite periodiche dal veterinario il proprio animale domestico.

Queste hanno lo scopo di proteggere i bambini ed il resto della famiglia da fastidiosi parassiti, come le pulci e le zecche, che possono rivelarsi molto pericolosi.

Alcuni proprietari pensano che non sia necessario portare i propri cani dal veterinario, soprattutto se non mostrano alcun segno di malattia.

Questo è assolutamente sbagliato. Anche una volta che il proprio cane ha raggiunto l’età adulta, è consigliabile portare il proprio amico a quattro zampe dal veterinario almeno una volta all’anno.

Alcune malattie richiedono dei vaccini obbligatori che devono assolutamente essere rinnovati, sia per la salute del proprio cane sia per quella di tutta la famiglia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *