Pastore tedesco: i consigli per vivere al meglio la primavera

pastore tedesco in casa o in giardino - Pastore tedesco: i consigli per vivere al meglio la primavera

Ci siamo. La bella stagione è ormai alle porte e finalmente avrete più tempo per stare all’aria aperta, un toccasana per voi e per il vostro fedele amico a quattro zampe.

Ma ci sono alcune cose fondamentali di cui tener conto, insieme a tanti pratici consigli per trascorrere al meglio ogni giorno di primavera insieme al vostro pastore tedesco, godendo di ciascun momento che questo periodo dell’anno offre.

Pastore tedesco e primavera: tutti i consigli per vivere al meglio l’arrivo della bella stagione

Giornate più lunghe, clima più mite. Pare che gli ingredienti per trascorrere le giornate di primavera insieme al vostro pastore tedesco ci siano tutti.

Bene, mancano solo i nostri consigli!

Il mese di marzo rappresenta una sorta di spartiacque tra il rigido inverno che non vediamo l’ora di lasciarci alle spalle e la bella stagione, che ci auguriamo non tarderà ad arrivare.

Già vi vediamo mentre immaginate con occhi sognanti tante passeggiate nel verde, a contatto con la natura, col vostro fedele amico che non disdegnerà sicuramente un bagnetto in qualche lago o al mare, se il clima lo consente e abitate in località marine o lacustri.

O tante altre attività… ma attenzione a quali prediligere!

Il pastore tedesco in primavera: consigli su quali attività scegliere

Prima di parlare delle attività che potrete o meno fare con il vostro pastore tedesco, occorre tener conto di alcuni fattori importanti, quali:

  • Età del cane
  • Costituzione
  • Situazioni particolari

Età

L’età del vostro pastore tedesco è un fattore importantissimo di cui tener conto quando si tratta di organizzare le attività da svolgere con lui all’aperto.

Un cucciolo ha caratteristiche ed esigenze diverse da un cane anziano, anche e soprattutto nella quantità e nel tipo di movimento di cui necessita durante la giornata.

Evitate di sottoporre i più grandicelli a sforzi che potrebbero nuocere o aggravare le loro condizioni, e ricordate: non chiedete troppo al vostro pastore tedesco – soprattutto se soffre di qualche acciacco. Adattatevi alle sue esigenze e necessità: vi ricambierà con tutto l’amore di cui è capace.

Se si tratta di un cucciolo, be’… siamo sicuri che saprà farvi capire al meglio cosa gli piace! Ricordatevi solo di fare scorta di energie sufficienti, e buon divertimento!

cucciolo pastore tedesco

Costituzione

Attenzione anche alla costituzione. Sono molti, ahinoi, gli esemplari in sovrappeso – e forse sarebbe il caso di approfittare dell’arrivo della primavera per rivedere le abitudini, alimentari e non.

Sì al movimento, ma attenzione alle passeggiate troppo lunghe che potrebbero causare un sovraccarico e conseguenti problemi alle articolazioni. Meglio introdurre o riabituare il vostro pastore tedesco al movimento poco per volta.

Situazioni particolari

Ci sono situazioni che necessitano davvero di un’attenzione particolare. Ci riferiamo, ad esempio, a cani infortunati, o malati. Anche in questo caso, prediligete attività che possano far bene al cane, garantendo il più possibile il mantenimento di un buon equilibrio psicofisico, qualunque sia la sua condizione. Ogni cane, a qualunque età e in qualunque condizione si trovi, merita tutto il rispetto e tutta la dignità che spetta solo a noi garantirgli, proprio come le persone.

Ma indipendentemente da tutto, se proprio non sapete quale attività scegliere, magari perché il movimento proprio non fa per voi, una passeggiata tranquilla in mezzo al verde o un riposino accanto a voi sulla panchina al parco andrà bene per qualunque esemplare, di qualsivoglia età o stazza.

Consigli per il pastore tedesco in primavera: occhio alle temperature!

Spesso l’arrivo delle belle giornate porta con sé un repentino aumento delle temperature, cui non siamo abituati. A maggior ragione, fate attenzione al vostro pastore tedesco. Con tutta quella pelliccia, potrebbe risentire maggiormente dell’escursione termica. Evitate di esporlo di colpo al pieno sole. E ricordate: voi potete proteggervi con creme solari e occhiali da sole, lui no. Per cui, assicuratevi di trovare un posticino all’ombra, dove potrà comunque giocare in tutta libertà e godersi le prime giornate di primavera. Ricordatevi inoltre di portare sempre con voi una ciotola con dell’acqua pulita… e magari qualche biscottino, per voi e per lui – a ognuno il suo: ricordatevi di dare al cane quelli giusti, in modo da non ritrovarvi ad assaporare una merenda dal gusto… insolito!

E poi… mai mai mai lasciare il cane da solo in macchina, nemmeno se è primavera e il sole non è ancora fortissimo.

Il vostro amico merita di condividere con voi ogni aspetto della vostra quotidianità: farà bene a lui… e a voi!

Il pastore tedesco e la primavera: i consigli per affrontare le insidie nascoste

Passare del tempo nel verde, a contatto con la natura, è una cosa che alletta proprio tutti, bipedi e quadrupedi. Ma attenzione! Perché è proprio nella vegetazione che spesso si nascondono le insidie, che possono trasformare una gita di piacere in un’avventura da dimenticare.

Nell’erba, infatti, spesso si nascondono fastidiosi parassiti, come pulci e zecche, che possono davvero causare problemi grossi al pastore tedesco.

E non solo le pulci e le zecche rappresentano dei nemici per i nostri amici, ma anche le zanzare.

Se per noi di fatto queste ultime sono solo dei fastidiosissimi insetti, possono invece costituire un vero e proprio pericolo per la salute del pastore tedesco e di tutti i cani, in quanto possono causare la Filaria, una malattia che viene proprio trasmessa dalle punture delle zanzare e che necessita di un’attenta profilassi se non vogliamo che il nostro cane si ammali.

Che fare, dunque?

Leggi anche: “Filariosi cardiopolmonare nel pastore tedesco”

Il pastore tedesco in primavera: i consigli dell’esperto

Soprattutto quando si parla di salute, meglio rivolgersi al veterinario, che saprà dispensarvi di tanti pratici consigli su come gestire al meglio il vostro pastore tedesco in primavera.

Zecche e pulci: prevenzione e controlli periodici e accurati

La parola più importante è sempre lei: prevenzione.

È indispensabile prendersi cura del pelo dell’animale se si vuole evitare di andare incontro a problemi più grossi. E come sempre è fondamentale rivolgersi a un esperto.

La muta

È soprattutto in primavera che il pastore tedesco è sottoposto da Madre Natura alla famigerata e temuta – da tanti ‘proprietari’ –muta, anche se in genere può perdere il pelo lungo tutto il corso dell’anno. Prendetevi cura della sua pelliccia: un’igiene e una spazzolatura quotidiana aiuteranno a tenere alla larga ospiti indesiderati.

Piometra nel pastore tedesco

Integratori

I più attenti ed esigenti lo sapranno: gli integratori rappresentano un validissimo aiuto per la salute del cane.

Approfittate di questo periodo dell’anno per implementare l’alimentazione con prodotti specifici che, insieme a trattamenti preventivi, aiuteranno il vostro pastore tedesco ad affrontare al meglio questo periodo dell’anno.

Ma ricordate: evitate il fai da te.

Soprattutto quando si tratta di prodotti ad uso interno, è fondamentale che seguiate alla lettera i consigli del vostro veterinario di fiducia – senza improvvisare –, che saprà supportarvi al meglio nella scelta del prodotto più adatto, tenendo conto in particolar modo dell’età e del peso del cane – i dosaggi dei prodotti utilizzati per un pastore tedesco adulto saranno diversi da quelli che invece risultano più appropriati per un cucciolo.

Si può anche decidere di optare per un collare. Ma noi vi consigliamo sempre di consultarvi prima con il vostro veterinario, o un allevatore esperto.

Sul web sono disponibili tanti prodotti, ma anche in questo caso… occhio!!! Soprattutto se in casa con il vostro pastore tedesco ci sono anche gatti o conigli nani.

Se invece non possedete ancora un cane e avete deciso di prendere un cucciolo di pastore tedesco proprio adesso che sta arrivando la primavera e volete qualche consiglio, ma non avete ancora un veterinario di fiducia, potete cliccare qui e cercare il professionista che fa per voi… e per il vostro cucciolo, in primis!

Antiparassitari: non solo pelo

Se deciderete di optare per un antiparassitario, ricordatevi di metterlo anche sulle copertine che di solito il vostro pastore tedesco usa e nella sua cuccia, sia che si tratti della classica casetta utilizzata all’esterno sia che si tratti di quelle da interno, morbidissime e comodissime, dove pare i parassiti trovino un habitat particolarmente accogliente.

Leggi anche: “La muta nel pastore tedesco: come comportarsi.”

Conclusioni

Con la speranza di esservi stati utili e in attesa che arrivino giornate e tempi migliori, vogliamo lasciarvi con una storia che ha fatto il giro del mondo, e di cui magari avremo modo di parlare in un altro articolo.

Sono giorni difficili, che spingono tutti noi a una profonda riflessione.

Non è necessario aggiungere alcun commento, perché le immagini parlano da sole.

Hanno davvero toccato il nostro cuore e siamo certi che faranno altrettanto col vostro.

Perché i nostri animali fanno parte della nostra vita, delle nostre famiglie. Sono davvero un pezzo del nostro cuore.

Amiamoli e proteggiamoli, sempre.

A qualunque costo.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Leggi anche: “Pastore tedesco: i consigli per vivere al meglio la primavera” […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.