Perché scegliere un Pastore tedesco

Tra i cani più amati del mondo, le virtù del Pastore Tedesco sono molte. In questo articolo vediamo i motivi del perché scegliere un Pastore tedesco.

Intelligente e adattabile, è un compagno di lavoro ideale, che aiuta a salvare persone in pericolo, presta assistenza a disabili, lavora con la polizia e l’esercito e si rivela un vigile cane da guardia.

Sotto l’aspetto esteriore fiero e coraggioso si trova un carattere tranquillo che fa del Pastore Tedesco un cane per famiglie vigile, leale e devoto.

Il Pastore Tedesco deriva dalle antiche razze da pastore e da lavoro che fiorivano in Germania molti secoli fa.

Ha partecipato per la prima volta a un’esposizione ad Hannover nell 1882 ed è stato introdotto nel Regno Unito e negli Stati Uniti dopo la Prima Guerra Mondiale.

Conosciuto anche con il nome di Pastore Alsaziano, dal 1971 il suo nome ufficiale è Pastore Tedesco.

Quali sono i colori del Pastore tedesco?

Il Pastore tedesco è riconosciuto nei colori nero con focature rosso-bruno, brune, gialle fino al grigio chiaro. Nero monocolore, grigio con sfumature più scure, sella nera e maschera.

Nella razza è ammessa una piccola macchia bianca sul petto, come pure zone interne chiare ma non desiderate dagli allevatori che selezionano con attenzione le proprie cucciolate.

Il tartufo del pastore tedesco deve essere nero con qualsiasi colore del mantello.

Difetti nello standard: una scarsa pigmentazione può portare ad avere soggetti con una maschera poco definita o assente, occhi troppo chiari (azzurri), macchie troppo chiare (quasi bianche) al petto e ai lati interni, unghie chiare e punta della coda rossa.

Il sottopelo ha una tonalità grigio chiaro e il colore bianco non è ammesso nella razza.

Quali esigenze di toelettatura?

Pelo esterno liscio, ruvido e impermeabile con uno spesso sottopelo. Il pelo lungo non è accettato dallo standard.

Il Pastore Tedesco a pelo corto ha bisogno solo di una spazzolatura settimanale al contrario del Pastore tedesco a pelo lungo che ha bisogno di cure quotidiane per la salute del suo mantello lungo.

Quanto sono adatti alla vita in famiglia?

Se ben addestrato è un buon cane per famiglie: leale e obbediente e protettivo con i membri della famiglia. Sono animali robusti che hanno bisogno di molto moto, perciò non sono adatti agli anziani o alle persone inferme che possono avere qualche problema a farlo esercitare e a controllarlo.

Sono in sostanza cani da lavoro, perciò hanno bisogno di un ambiente casalingo che dia loro l’opportunità di fare moto e avere attività e compiti da svolgere.

Cani ideali per la campagna; in città avrebbero davvero bisogno di un giardino di dimensioni ragionevoli e/o accesso a un parco per lunghe passeggiate.

Non può stare rinchiuso tra quattro mura tutto il giorno.

Leggi anche: Il pastore tedesco cucciolo che fa la pipì per emozione, cause e rimedi

Chi è il padrone ideale di un Pastore tedesco

Il potenziale padrone di questa razza dev’essere disposto a dedicare al cane tempo e attezioni notevoli.

Ha bisogno di attività fisica e stimoli mentali; se non potete passare tempo di qualità con il vostro cane, non prendete in considerazione il Pastore Tedesco: è ingiusto condannare questa razza a una vita di noia e solitudine se siete fuori tutto il giorno.

Il pastore tedesco convive con altri animali?

Di solito va d’accordo con gli altri cani e gli animali di casa, ma fate attenzione alle presentazioni: un cucciolo turbolento può travolgere e irritare animali più anziani e provocare attrito.

Di quanto movimento ha bisogno?

Un cane adulto ha bisogno almeno di una buona passeggiata al giorno di circa un’ora, l’ideale sarebbe con molte corse in libertà. Più movimento fa, più è felice.

Quali sono le doti del Pastore Tedesco?

Affidabile, sicuro di sé, atletico, coraggioso, obbediente, leale, calmo, molto volenteroso, buon cane da guardia.

Leggi anche: Pastore tedesco aggressivo: come ridurre la dominanza

Quali problemi di salute può avere il pastore tedesco?

Questa razza può soffrire di allergie, epilessia, displasia dell’anca, infiammazione della cornea, zoppia (panosteite), radicolomielopatia cronica degenerativa (graduale perdita dell’uso delle zampe posteriori), furunculosis anale (tessuto anale ulceroso) e problemi di pelle.

A cosa stare attenti?

Evitare cani timidi o nervosi perché possono sviluppare tendenze aggressive se turbati. Cani lasciati soli a lungo o con pochi stimoli mentali possono diventare distruttivi o cominciare ad abbaiare troppo. Per chi è alla ricerca di un cucciolo è bene fare attenzione alle tante cucciolate che ogni giorno vengono proposte su annunci in rete: è importante sapere il prezzo di un cucciolo di pastore tedesco, selezionato e sano onde evitare truffe.

Quanto sono facili da addestrare?

Questa razza è molto intelligente, ha eccellenti qualità da lavoro e ama le sfide. Sono in genere molto reattivi all’addestramento e molto adatti a discipline di addestramento avanzate, come agility e competizioni di obbedienza.

Intelligente e leale: a ragione uno dei cani preferiti in tutto il mondo!

Approfondimento: Come educare il cucciolo a tornare a comando

2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] numerose le variazioni cromatiche che influenzano la scelta di un Pastore Tedesco e che sono riconosciute dallo standard di razza già dal secolo scorso: si va dal pastore tedesco […]

  2. […] Pastore Tedesco è conosciuto per essere una delle razze più dolci e accondiscendenti del panorama […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *