La coprofagia nel cane e nei cuccioli descrive una condizione in cui un il soggetto in questione può ingerire le proprie feci, le feci di un altro cane o anche di un altro animale.

La coprofagia è solitamente più fastidiosa per i proprietari dei cani, di quanto sia dannosa per il cane.

La coprofagia può essere un problema comportamentale ma può anche verificarsi con numerosi segni clinici: prima di poter fare una diagnosi puramente comportamentale, è necessario escludere problemi di salute come ad esempio le tipiche carenze vitaminiche dei cuccioli che si alimentano con cibo industriale (crocchette estruse di bassa qualità).

Leggi anche: Zeolite e riabilitazione intestinale

Perché il cucciolo mangia le feci?

La coprofagia può essere un comportamento normale soprattutto nelle femmine che allattano per mantenere puliti i cuccioli e la tana dove vivono i suoi cuccioli.

Può succedere che, a volte, i cuccioli possono anche ingerire le proprie feci, presumibilmente per aiutare a stabilire la flora intestinale.

Al di fuori di queste due circostanze, la coprofagia non è un comportamento normale e può essere associata ad una alimentazione povera di fibre e minerali, una condizione medica e / o un problema comportamentale.

Poiché le cause della copropagia possono essere numerose, è importante consultare il veterinario.

Come minimo il tuo veterinario può eseguire un esame delle feci del cucciolo. Gli esami fecali sono importanti per valutare la presenza di parassiti, ma possono anche fornire indizi di un problema digestivo nel tuo cane (ad esempio, nutrienti non digeriti come i grassi, possono essere scoperti durante l’esame fecale).

Qualsiasi circostanza che altera il modo in cui il cibo viene digerito e il modo in cui i nutrienti vengono assorbiti può portare alla coprofagia.

Ad esempio, i parassiti interni che risiedono nell’intestino interferiscono con la digestione e riducono l’assorbimento dei nutrienti.

I nematodi, gli anchilostomi, i tricocefali e non per ultimo la giardia sono parassiti che si trovano frequentemente negli esami delle feci dove è confermata la coprofagia.

Anche problemi relativi al pancreas o al tratto gastrointestinale possono influenzare la digestione del cibo e sono stati associati a coprofagia: il tuo veterinario potrebbe voler eseguire ulteriori test per valutare la loro funzione.

Leggi anche: Alimentazione del cucciolo di pastore tedesco

Coprofagia e problemi comportamentali

La coprofagia viene associata a molti problemi comportamentali come la ricerca di attenzione, ansia, mancanza di arricchiment mentale, stress da abbandono oppure come imitazione del comportamento appreso da un altro cane della famiglia.

Anche le abitudini alimentari possono avere un ruolo fondamentale: razioni alimentari molto limitate nei cani che seguono diete finalizzate alla perdita di peso possono comportare il consumo di feci del cane proprio per la fame.

D’altra parte, anche mangiare troppo può spingere alla coprofagia: un esempio è il caso in cui più cani vengono nutriti contemporaneamente.

La competizione nel tempo di alimentazione può accelerare l’ingestione e in alcuni cani potrebbe comportare un consumo eccessivo di cibo.

Troppo cibo mangiato velocemente può accelerare il movimento del cibo attraverso l’intestino, portando a una scarsa assimilazione dei nutrienti.

Questa cattiva assimilazione delle sostanze nutritive non digerite possono essere trovate nelle feci e possono rendere la materia fecale più appetibile per un’altro cane.

Lo stress, correlato alle condizioni di vita del cane o un evento stressante esterno può anche scatenare questo problema comportamentale.

Leggi anche: Croccantini per cani: le ceneri grezze sono un sinomino di qualità scadente?

Cosa devo fare se il mio cucciolo mangia le feci?

È imperativo consultare il veterinario. Le cause dovrebbero essere sempre identificate e trattate.

Se la cattiva alimentazione viene esclusa, il veterinario sarà in grado di suggerire alcune strategie comportamentali per aiutare e potrebbe prescrivere prodotti che possono essere applicati alle feci, ad esempio, per aiutare con l’avversione al gusto (es. Forbid).

Le strategie comportamentali che possiamo suggerire potrebbero essere basate sull’evitare l’opportunità per il tuo cane di ingerire le feci, reindirizzare l’attenzione del tuo cane o incoraggiare l’insegnamento di un comportamento alternativo del tutto.

Il tuo veterinario saprà consigliarti cosa funzionerà meglio per il tuo cane, quindi assicurati di parlare con il tuo veterinario dei modi per arricchire l’ambiente del tuo cane per fornire più stimoli durante il giorno.

La coprofagia è considerata un comportamento normale solo nelle femmine che allattano i cuccioli di pastore tedesco.

La coprofagia è stata associata a cause mediche relative al pancreas e al sistema gastrointestinale (es. parassiti intestinali).

Esistono numerose cause comportamentali per la coprofagia che sono considerate possibili una volta esclusa una causa medica.

Consulta sempre il tuo veteribario in caso di coprofagia del tuo cucciolo: sarà sicuramente in grado di identificare e trattare qualsiasi causa  e fornire consigli comportamentali appropriati per il tuo cane, se necessario.

Leggi anche: Curare la Giardia nel cane in modo naturale

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *