Dermatite nel pastore tedesco: come curarla

Il tuo pastore tedesco si gratta, si morde la pelle o si lecca più del solito? Se non trovi alcuna traccia di parassiti o corpi estranei, ma noti delle zone cutanee particolarmente arrossate e ricoperte di croste, il tuo pastore tedesco potrebbe soffrire di dermatite atopica, o atopia.

In questo articolo ti spieghiamo il significato di dermatite atopica, quando e come si presenta. Ti diamo inoltre alcuni consigli su come curarla attraverso un occhio particolare ad alimenti nocivi per il cane e all’utilizzo di rimedi naturali di comprovata efficacia.

Cos’è la dermatite atopica del cane

La dermatite atopica del cane è una patologia cronica di tipo allergico che può essere scatenata da allergeni ambientali, inalati o penetrati per via percutanea, e da intolleranze alimentari sempre più diffuse.

Per quanto riguarda, in particolare, le intolleranze di tipo alimentare, anche una singola assunzione di un alimento, riconosciuto come tossico dall’organismo, può provocare un processo infiammatorio della durata di diversi giorni o anche anni, soprattutto se questo alimento fa continuamente parte dell’alimentazione del cane.

La dermatite atopica nel cane può presentarsi in varie zone del corpo dell’animale. Ecco quelle più colpite:

  • Zona interdigitale, ovvero nelle zampe. La dermatite interdigitale nel cane si presenta con un arrossamento della pelle che riveste le dita ed i cuscinetti plantari. Oltre all’arrossamento, possono essere presenti altre lesioni, come papule, ponfi e, in certi casi, essudazione. Questa dermatite è causata da fattori ambientali, ma esistono altre cause non locali che necessitano di diagnosi da parte di un professionista;
  • Zona vulvare. La dermatite vulvare nel cane è causata principalmente dal lievito Malassezia, un agente patogeno che convive pacificamente in questa zona, ma che, a causa di allergie e patologie immunitarie, può proliferarsi più del dovuto causando eritema, pieghe cutanee, cattivo odore, seborrea e desquamazione;
  • Zona dorso-lombare. Questa dermatite è quella che colpisce particolarmente il pastore tedesco e si presenta, soprattutto, sul collo. Essa può essere causata da semplici cambi di alimentazione o da cause più complesse, come quelle scatenate da allergie ed agenti patogeni inalati o con cui il cane è venuto a contatto.

Quando si presenta la dermatite atopica nel cane

Sono molti gli studi che confermano l’ereditarietà della dermatite atopica nel cane.

Non a caso, essa si manifesta nella maggior parte dei casi tra i 6 mesi ed i 3 anni di vita del nostro amico peloso, seppur siano vari i casi in cui essa si presenta in età più adulta.

Per quanto riguarda la dermatite causata da fattori ambientali, essa può manifestarsi in periodi differenti a seconda del tipo di allergene: ad esempio, se la dermatite atopica è causata dal polline, essa si manifesta in maniera stagionale; se gli allergeni sono, ad esempio, gli acari della polvere, la dermatite atopica può presentarsi durante tutto l’arco dell’anno e, soprattutto in inverno, quando le case sono meno areate rispetto alla primavera ed all’estate.

Come si presenta la dermatite atopica nel pastore tedesco

I cani che soffrono di dermatite atopica possono manifestare soprattutto prurito localizzato oppure diffuso su gran parte del corpo.

La loro reazione naturale è quella di leccarsi, sfregare il muso e spesso anche di mordersi la pelle in maniera isterica, causando sanguinamento e perdita di pelo.

L’atopia nel cane può presentarsi anche sotto forma di asma, rinite allergica e congiuntivite.

Nella maggior parte dei casi, questi sintomi sono accompagnati dall’emanazione di odori acidi, umidi e di stantio: se ti stai chiedendo “perché il mio cane puzza”, assicurati che sia esente da questa patologia davvero dolorosa e fastidiosa.

Come curare la dermatite nel cane: alimentazione e rimedi naturali

Il tuo pastore tedesco presenta alcuni dei sintomi sopra descritti? Chiedi subito il parere di un veterinario, l’unico professionista in grado di accertare la presenza di dermatite atopica attraverso analisi del sangue ed altri test di tipo diagnostico.

Se dagli esami viene riscontrata questa patologia cutanea, devi sapere che nella maggior parte dei casi non esiste una soluzione definitiva, in quanto tende in poco tempo a cronicizzarsi. Quindi, per tutta la vita del cane, dovrai gestire clinicamente questa malattia.

Le soluzioni ideali variano in base al tipo di allergene che provoca la dermatite atopica nel tuo cane, ma hanno tutte come obiettivo principale quello di eliminare definitivamente dall’ambiente o dall’alimentazione l’allergene responsabile della patologia.

Vediamo, nello specifico, quali sono i metodi più comuni per combattere la dermatite atopica.

Dermatite atopica ed allergie alimentari

Se è stato escluso dal veterinario che la dermatite atopica sia stata causata da allergeni presenti nell’ambiente, come nel caso della dermatite del cane da pulci, molto probabilmente il problema dipende da un’allergia alimentare, ovvero un’allergia ad una proteina, normalmente innocua, ma a cui l’animale reagisce. In questo caso è necessario togliere subito dall’alimentazione questo allergene, così da risolvere il problema.

Ricorda, tuttavia, di non fare questa operazione senza il supporto di un veterinario: egli saprà indicarti qual è la migliore alimentazione ipoallergenica oppure, se il caso lo prevede, ti consiglierà di passare ad un’alimentazione casalinga.

Per quanto riguarda l’alimentazione ipoallergenica industriale, in commercio sono presenti moltissimi prodotti che, seppur non richiedano una ricetta, vanno considerati una vera e propria terapia.

Non fare l’errore di scegliere di tua spontanea volontà tempi e modi di somministrazione di questi alimenti. Non dovresti nemmeno dare altri cibi al tuo cane oltre a questo mangime, in quanto potrebbero invalidare la terapia.

Se è necessario il passaggio all’alimentazione casalinga, anche in questo caso devi seguire alcune accortezze, che il tuo veterinario saprà specificarti al meglio. Ad esempio, se la terapia prevede l’alimentazione con carne di maiale, il cane deve mangiare sempre quella carne e mai altri alimenti. Il vantaggio principale dell’alimentazione casalinga è che si può essere completamente sicuri degli ingredienti che sono stati messi.

Ad ogni modo, quello che non deve mai mancare nell’alimentazione di un cane con dermatite atopica, sia per quanto riguarda l’alimentazione ipoallergenica industriale sia quella casalinga, sono i seguenti nutrienti:

  • Omega-3 ed Omega-6;
  • Vitamina E;
  • Zinco;
  • Fermenti lattici;
  • Alimenti ricchi di silicio;
  • Antiossidanti.

Dermatite atopica e rimedi naturali

Tra i rimedi naturali che contrastano la dermatite atopica nel cane è stato recentemente confermata da un gruppo di studiosi francesi l’efficacia di trattamenti topici (ovvero quelli applicati direttamente sulla pelle, che mirano a contrastare l’infiammazione) a base di principi attivi vegetali.

Lo studio, i cui esiti sono stati riportati anche dal Vetjournal, ha confermato il miglioramento significativo sia delle lesioni cliniche che del prurito in seguito all’utilizzo di schiume contenente estratti di piante.

Esse, oltre a dar sollievo dal prurito e a favorire la rigenerazione dei tessuti, hanno l’evidente vantaggio di non avere effetti collaterali.

Tra i prodotti che ti consigliamo ci sono i seguenti: Forever Arctic Sea Omega 3

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − sei =