Filariosi cardiopolmonare nel Pastore Tedesco

La filariosi cardiopolmonare, o dirofilariosi, è una malattia grave e potenzialmente fatale.

Quali sono le cause della filariosi cardiopolmonare?

È causato da un parassita trasmesso dal sangue noto come Dirofilaria immitis .

Le dirofilarie adulte si trovano nel cuore, nell’arteria polmonare e nei grandi vasi sanguigni adiacenti dei cani infetti.

Raramente, i vermi possono essere trovati in altre parti del sistema circolatorio.

Le dirofilarie adulte femmine sono lunghe 6 – 14 pollici (15-36 cm) e larghe 3 mm (1/8 pollici).

I maschi sono circa la metà delle dimensioni delle femmine. Un cane può avere fino a 300 vermi presenti quando diagnosticato.

Le dirofilarie adulte possono vivere fino a cinque anni. Durante questo periodo, le femmine producono milioni di prole chiamata microfilaria.

Queste microfilarie vivono principalmente nei piccoli vasi del flusso sanguigno.

Qual è il ciclo di vita della filaria?

Il ciclo di vita della filaria è complicato; il parassita richiede la zanzara come ospite intermedio prima che possa completare il suo ciclo vitale nel cane.

La zanzara è parte integrante del ciclo vitale della filaria. Fino a 30 specie di zanzare possono trasmettere la filaria.

Il ciclo vitale inizia quando una zanzara femmina morde un cane infetto e ingerisce le microfilarie durante un pasto di sangue.

Le microfilarie si sviluppano ulteriormente per 10-30 giorni nell’intestino della zanzara e poi entrano nel suo apparato boccale.

In questa fase, sono larve infettive e possono completare la loro maturazione quando entrano in un cane. Le larve infettive entrano nel corpo del cane quando la zanzara morde il cane.

Queste larve infettive migrano nel flusso sanguigno e si spostano verso il cuore e i vasi sanguigni adiacenti, maturando negli adulti, accoppiandosi e riproducendo microfilarie entro 6-7 mesi.

Leggi anche: Parvovirus canino: sintomi e trattamento nei cuccioli

Dove si trova la filariosi cardiopolmonare?

La filariosi cardiopolmonare canina si verifica in tutto il mondo.

I fattori che influenzano la prevalenza dell’infezione da filariosi cardiopolmonare includono le specie di zanzare, il clima e la presenza di animali vettori.

Il rischio di infezione è maggiore quando le zanzare si nutrono attivamente. Ciò richiede in genere temperature superiori a 10° C.

Come si diffonde la filariosi cardiopolmonare?

Poiché la trasmissione richiede la zanzara come ospite intermedio, la malattia non si diffonde direttamente da cane a cane.

La diffusione della malattia coincide quindi con la stagione delle zanzare, che può durare tutto l’anno in molte parte dell’Italia.

Il numero di cani infetti e la durata della stagione delle zanzare sono direttamente correlati all’incidenza della filariosi cardiopolmonare in una determinata area.

Di solito ci vogliono diversi anni prima che i cani mostrino segni clinici di infezione.

La malattia viene diagnosticata principalmente nei soggetti di età compresa tra due e otto anni.

La malattia è rara nei cani di età inferiore a un anno, perché le microfilarie impiegano dai 5 ai 7 mesi per maturare in dirofilarie adulte dopo l’infezione.

Sfortunatamente, nel momento in cui si vedono i segni clinici, la malattia è generalmente ben avanzata.

Potrebbe interessarti: Pulci nel cane: come risolvere questo problema

Dirofilarie adulte

Le dirofilarie adulte causano malattie ostruendo il cuore e i principali vasi sanguigni che partono dal cuore, compresa l’arteria polmonare. Interferiscono anche con la funzione delle valvole all’interno del cuore.

L’ostruzione dei vasi sanguigni principali riduce l’afflusso di sangue ad altri organi del corpo, in particolare il flusso di sangue ai polmoni, al fegato e ai reni.

La diminuzione del flusso sanguigno e la diminuzione dell’erogazione di ossigeno possono causare il malfunzionamento di questi organi.

I segni della filariosi cardiopolmonare dipendono dal numero di vermi adulti presenti, dalla posizione dei vermi, dal tempo di permanenza dei vermi nel cane e dal grado di danno subito da cuore, polmoni, fegato e reni.

I segni clinici più evidenti della filariosi cardiopolmonare sono una tosse leggera e secca, mancanza di respiro, debolezza, svogliatezza e perdita di resistenza.

I segni clinici più evidenti della filariosi cardiopolmonare sono una tosse leggera e secca, mancanza di respiro, debolezza, svogliatezza e perdita di resistenza.

Tutti questi segni sono più evidenti dopo l’esercizio, quando alcuni cani possono persino svenire o diventare disorientati. Il veterinario potrebbe notare rumori polmonari e cardiaci anormali quando ascolta il torace con uno stetoscopio.

Nei casi avanzati, l’insufficienza cardiaca congestizia può causare il gonfiore dell’addome e delle gambe per l’accumulo di liquidi. Possono anche esserci prove di perdita di peso, cattive condizioni e anemia. I cani gravemente infetti possono morire improvvisamente durante l’esercizio o l’eccitazione.

Microfilarie

Le microfilarie circolano in tutto il corpo ma rimangono principalmente nei piccoli vasi sanguigni.

Poiché le microfilarie sono larghe circa quanto i piccoli vasi, possono bloccare il flusso sanguigno in questi vasi.

Le cellule fornite da questi vasi vengono quindi private dei nutrienti e dell’ossigeno normalmente forniti dal sangue.

Le microfilarie danneggiano principalmente i polmoni e il fegato. La distruzione del tessuto polmonare porta alla tosse.

Il danno epatico porta alla cirrosi epatica, causando ittero, anemia e debolezza generalizzata. Anche i reni possono essere colpiti e consentire alle tossine di accumularsi nel corpo.

Argomento correlato: Herpes Virus canino nel Pastore Tedesco

Come viene diagnosticata la filariosi cardiopolmonare?

Nella maggior parte dei casi, uno o più semplici esami del sangue diagnosticano la filariosi cardiopolmonare.

Ulteriori test diagnostici sono spesso richiesti nei cani positivi alla filariosi cardiopolmonare per determinare se il cane può sottoporsi a un trattamento sicuro per la filariosi cardiopolmonare.

Prima di iniziare il trattamento, si raccomandano alcune o tutte le seguenti procedure diagnostiche:

  • Test sierologico per antigeni a filariosi adulti (test dell’antigene, ELISA). Questo test viene eseguito su un campione di sangue. Vedere il volantino “Test per la filariosi cardiopolmonare nei cani” per ulteriori dettagli.
  • Radiografie del torace (raggi X). Le radiografie sono spesso raccomandate nei cani con filariosi cardiopolmonare, per valutare l’entità del danno cardiaco e polmonare presente prima di iniziare il trattamento.
  • Analisi del sangue (conta completa delle cellule del sangue, biochimica del siero). Gli esami del sangue possono anche essere raccomandati prima del trattamento della filariosi cardiopolmonare, al fine di valutare la presenza di danni agli organi associati alla filariosi cardiopolmonare.

Come viene trattata la filariosi cardiopolmonare?

C’è qualche rischio nel trattamento dei cani con filariosi, sebbene i decessi siano rari.

È disponibile un nuovo farmaco che non ha molti effetti collaterali, consentendo il trattamento con successo di oltre il 95% dei casi.

In passato, il farmaco usato per trattare le dirofilarie conteneva alti livelli di arsenico e si verificavano frequentemente effetti collaterali tossici.

Molti cani hanno la filariosi cardiopolmonare in fase avanzata al momento della diagnosi. Ciò significa che i vermi filari sono stati presenti abbastanza a lungo da causare danni sostanziali a cuore, polmoni, vasi sanguigni, reni e fegato.

Raramente, i casi possono essere così avanzati che è più sicuro trattare i danni agli organi e mantenere il cane a suo agio piuttosto che rischiare gli effetti negativi associati all’uccisione dei vermi.

È improbabile che i cani in questa condizione vivano più di poche settimane o mesi. Il tuo veterinario ti consiglierà il miglior approccio terapeutico per i cani con diagnosi di filariosi cardiopolmonare avanzata.

Trattamento per uccidere la filaria adulta

Fortunatamente esiste il vaccino contro la filaria, che si può fare quando il cane ha un peso stabile (da cucciolo è consigliato il Cardotek Plus) come la melarsomina, che può essere somministrata per uccidere la filaria adulta.

La melarsomina uccide i vermi adulti nel cuore e nei vasi adiacenti. Questo farmaco viene somministrato in una serie di iniezioni.

Il tuo veterinario determinerà il programma di iniezione specifico in base alle condizioni del tuo cane.

La maggior parte dei cani riceve un’iniezione iniziale, seguita da un periodo di riposo di 30 giorni e poi altre due iniezioni somministrate a distanza di 24 ore.

Molti cani saranno anche trattati con un antibiotico (doxiciclina), per combattere la potenziale infezione da batteri (Wolbachia) che popolano la filaria.

Il riposo completo è essenziale dopo il trattamento.

I vermi adulti muoiono in pochi giorni e iniziano a decomporsi. Man mano che si disgregano, vengono trasportati ai polmoni, dove si depositano nei piccoli vasi sanguigni e alla fine vengono riassorbiti dal corpo.

Questo riassorbimento può richiedere da diverse settimane a mesi e la maggior parte delle complicanze post-trattamento sono causate da questi frammenti di filariosi morti.

Questo può essere un periodo pericoloso quindi è assolutamente essenziale che il cane sia tenuto il più silenzioso possibile e non gli sia permesso di fare esercizio per un mese dopo l’ultima iniezione del trattamento contro la filaria.

La prima settimana dopo le iniezioni è fondamentale perché è qui che i vermi stanno morendo. La tosse è evidente per sette-otto settimane dopo il trattamento in molti cani gravemente infetti.

Se la tosse è grave, informa il veterinario per le opzioni di trattamento.

Un trattamento tempestivo è essenziale se il cane ha una reazione significativa nelle settimane successive al trattamento iniziale, sebbene tali reazioni siano rare.

Informa il tuo veterinario se il tuo cane mostra perdita di appetito, mancanza di respiro, tosse grave, tosse con sangue, febbre o depressione.

Il trattamento con antinfiammatori, antibiotici, riposo in gabbia, cure di supporto e fluidi per via endovenosa è generalmente efficace in questi casi.

Leggi anche: Curare la Giardia nel cane in modo naturale

Trattamento per uccidere la microfilaria

Oltre al farmaco utilizzato per uccidere la filaria adulta, il tuo cane riceverà un farmaco per uccidere le microfilarie (larve della filaria).

Il tuo cane potrebbe dover rimanere in ospedale per l’osservazione il giorno in cui viene somministrato questo farmaco e questo può essere eseguito prima o dopo le iniezioni per filariosi adulti.

Dopo il trattamento, il tuo cane riceverà un trattamento preventivo contro la filaria.

I protocolli di trattamento della filaria più recenti utilizzano una varietà di farmaci per uccidere le microfilarie.

Il tuo veterinario selezionerà il farmaco corretto e il tempo di somministrazione in base alle condizioni del tuo cane

Sono necessari altri trattamenti?

I cani con una grave filariosi cardiopolmonare possono richiedere antibiotici, farmaci antidolorifici, diete speciali, diuretici per rimuovere l’accumulo di liquidi nei polmoni e / o farmaci per migliorare la funzione cardiaca prima del trattamento per i vermi filari.

Anche dopo che le dirofilarie sono state uccise, alcuni cani potrebbero richiedere un trattamento a vita per l’insufficienza cardiaca.

Ciò include l’uso di diuretici, farmaci per il cuore come ACE-inibitori, beta-bloccanti o glicosidi cardiaci e diete speciali a basso contenuto di sale.

Qual è la risposta al trattamento e la prognosi post-trattamento?

I proprietari di cani sono solitamente sorpresi dal miglioramento del loro cane dopo il trattamento per la filariosi cardiopolmonare, soprattutto se il cane aveva mostrato segni clinici di filariosi cardiopolmonare.

Molti cani mostrano rinnovato vigore e vitalità, migliorato appetito e aumento di peso.

Come posso impedire al mio cane di contrarre la filaria?

Puoi impedire al tuo cane di contrarre la filariosi cardiopolmonare utilizzando un preventivo contro la filaria.

Quando un cane è stato curato con successo per la filariosi cardiopolmonare, è essenziale iniziare un programma di prevenzione filariosi cardiopolmonare per prevenire future recidive.

Con le misure preventive per filariosi cardiopolmonari sicure e convenienti oggi disponibili, nessun animale domestico dovrebbe mai sopportare questa temuta malattia.

Consulta il tuo veterinario per determinare quale programma preventivo contro la filaria è il migliore per il tuo cane.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *