Parvovirus canino: sintomi e trattamento nei cuccioli

Il parvovirus canino nei cani è un virus altamente contagioso che colpisce i cani con infezione da parvovirus (CPV). Il virus si manifesta in due forme diverse.

La forma intestinale di parvo è molto comune nei cani, tra cui vomito, diarrea, perdita di peso e perdita di appetito (anoressia).

I casi di parvovirus canino sono più comunemente osservati nei cuccioli di pastore tedesco di età compresa tra 6 settimane e 6 mesi.

Sintomi del Parvovirus canino

I principali sintomi associati alla forma intestinale di infezione da parvo sono:

  • Diarrea grave e sanguinolenta
  • Letargia
  • Anoressia
  • Febbre o ipotermia (bassa temperatura corporea)
  • Vomito
  • Grave perdita di peso

La forma intestinale del parvovirus canino influisce sulla capacità del corpo di assorbire i nutrienti. Un cane con una parvo si disidrata rapidamente ed è indebolito dalla mancanza di nutrienti e dall’assorbimento di liquidi.

Vomito e diarrea hanno spesso sangue quindi in queste condizioni è importante recarsi prima possibile da un veterinario. Il tessuto umido di bocca e occhi può diventare rosso e il cuore batte molto velocemente.

Quando il veterinario esamina l’area addominale del cane, il cane può rispondere al dolore o al disagio. I cani infetti da CPV possono avere una temperatura corporea inferiore (ipotermia) rispetto alla febbre.

Come riconoscere se il nostro cane ha il parvovirus?

I sintomi dei cani affetti da parvovirus sono diarrea maleodorante, vomito, perdita di appetito, collasso, depressione, febbre e morte improvvisa.

Chi è in pericolo?

Cuccioli giovani e cani indesiderati, compresi quelli senza le loro iniezioni di richiamo, sono a rischio di diventare vittime della parvo.

I cuccioli scendono molto rapidamente perché i sintomi del parvovirus canino li rendono molto deboli e il loro sistema immunitario deve lottare per combattere la malattia. Anche i giovani di età compresa tra sei e sei mesi possono essere infettati da infezioni secondarie o possono morire di disidratazione. Le epidemie di Parvo si osservano principalmente in città con cani in gran parte disabitati.

Come posso impedire al mio cane di contrarre la malattia?

Cani e cuccioli possono essere vaccinati contro il parvovirus dall’età di sei settimane.

Un cucciolo dovrebbe sottoporsi al primo vaccino per 6-8 settimane. Quindi hanno bisogno di un secondo vaccino due settimane dopo. Successivamente, hanno bisogno di un vaccino potenziatore all’età di uno.

Successivamente, il veterinario informa che i cani hanno bisogno della vaccinazione di richiamo una o due volte l’anno. È essenziale che il tuo cane non catturi questa malattia potenzialmente letale.

La vaccinazione per il parvovirus è di routine ed è una delle tre principali malattie contro cui i cani vengono solitamente vaccinati. Dai al tuo cane una scheda di vaccinazione con la data del jab e la data in cui è previsto il colpo successivo. Sarà firmato dal veterinario o dall’infermiera veterinaria registrata (RVN).

I booster sono importanti per i cani per rimanere freschi, ma il tempo che li separa varia, quindi controlla con il veterinario per vedere quanto spesso il tuo cane viene vaccinato.

Anche i cuccioli vaccinati possono contrarre parvovirus

Come possono essere protetti i cucicoli contro la parvo?

I cuccioli hanno bisogno di un vaccino verso i 35 gg per creare immunità al parvovirus. Se saltano questo vaccino possono essere infettati dal parvovirus.

Esiste un test di titolazione anticorpale che permette di testare i livelli degli anticorpi nei cuccioli e nei soggetti adulti ogni anno prima della vaccinazione. Se i livelli di anticorpi sono bassi, si raccomanda la vaccinazione.

Il parvovirus è curabile?

Poiché la malattia è un’infezione virale al 100%, non esiste una vera cura o un trattamento adeguato per essa.

Il trattamento per parvovirus si concentra sul trattamento dei sintomi e sulla prevenzione delle infezioni batteriche secondarie, preferibilmente in clinica. La terapia intensiva e il supporto sistemico sono fondamentali per il recupero.

Il fluido endovenoso e la terapia nutrizionale (alimentazione fresca) sono fondamentali per mantenere il normale fluido corporeo del cane dopo grave diarrea e disidratazione. I livelli di proteine ed elettroliti sono monitorati e regolati secondo necessità.

I farmaci usati dai veterinari per la cura includono antiemetici, antiacidi, gastro-protettivi, antibiotici e antielmintici per combattere i parassiti.

Se trattato in clinica veterinaria, il tasso di sopravvivenza nei cani è del 70%, ma la morte può essere dovuta a grave disidratazione, gravi infezioni batteriche secondarie, tossine batteriche nel sangue o sanguinamento intestinale grave.

La diagnosi è molto bassa perché i cuccioli hanno una bassa immunità. Sfortunatamente, un cucciolo infetto da CPV soffre di shock e morte improvvisa.

Come evitare la parvovirosi nei cani

Il miglior rimedio che puoi prendere contro il parvovirus è seguire il protocollo di vaccinazione giusto in allevamento.

I cuccioli devono essere vaccinati verso i 35 giorni.

I ceppi ad alto rischio richiedono un periodo di vaccinazione iniziale fino a 22 settimane. A questo punto, il tuo cucciolo dovrebbe incontrarsi solo in aree private con cani completamente vaccinati.

Stare lontano da tutte le aree pubbliche dove i cani adulti vengono lasciati per sporcare come gli sgambatoi.

Raccogli sempre le feci del tuo cane. È una buona abitudine iniziare immediatamente poiché riduce l’inquinamento ambientale e la diffusione dei parassiti intestinali.

Il parvovirus è una malattia con gravi conseguenze. Una rapida azione da parte tua e del tuo veterinario fornirà al tuo cane la migliore prognosi per un completo recupero.

L’incidenza delle infezioni da parvo è drasticamente ridotta dall’adeguata vaccinazione che deve seguire un protocollo adeguato quando i cuccioli si trovano ancora in allevamento.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *