Tutto quello che c’è da sapere sul pastore tedesco femmina

Desideri un cucciolo di pastore tedesco femmina o ne hai appena preso uno dal nostro allevamento certificato?

In questo articolo ti forniamo tutte quelle informazioni indispensabili a riguardo di questo bellissimo esemplare: dalle caratteristiche fisiche alle nozioni importanti da sapere sul calore, la gravidanza ed il parto della femmina di pastore tedesco.

Infine, ti daremo alcuni consigli più frivoli, ma certamente non meno importanti, a riguardo della scelta dei migliori nomi che si possano dare ad un pastore tedesco femmina.

Prosegui nella lettura per scoprire di più.

Caratteristiche e carattere del pastore tedesco femmina

Come abbiamo visto nei nostri precedenti articoli, è molto importante essere a conoscenza delle caratteristiche fisiche e caratteriali del pastore tedesco che lo standard di razza riconosce, in quanto esse possono concorrere alla conferma che il proprio esemplare sia puro.

Qui di seguito, vediamo quali sono le misure fondamentali del pastore tedesco femmina:

L’altezza al garrese è da 55 a 60 cm per le femmine, con un centimetro di tolleranza. Se l’esemplare supera il centimetro non viene selezionato;

La lunghezza del tronco supera la misura dell’altezza al garrese di circa il 10-17%.

Per quanto riguarda il carattere, lo standard ufficiale afferma che, nel pastore tedesco femmina così come nel maschio, deve essere equilibrato, saldo di nervi, molto sicuro di sé, disinvolto e (fatto salvo per provocazioni) deve essere di indole assolutamente buona.

Inoltre, deve essere vigile e docile, così da essere idoneo a svolgere mansioni di particolare responsabilità, come nel caso del “cane da accompagnamento”, di servizio, da pastore, da difesa e da guardia. Infine, deve possedere coraggio, tempra ed anche combattività.

Calore e gravidanza del pastore tedesco femmina

Le seguenti nozioni sono molto utili sia per chi non voglia far riprodurre il proprio pastore tedesco sia per chi desidera, invece, che essa abbia delle cucciolate. Un aspetto fondamentale da conoscere per coloro che hanno deciso di adottare un cucciolo di pastore tedesco femmina è, infatti, tutto ciò che riguarda la fertilità.

Il calore

Il calore nella femmina di pastore tedesco è un momento davvero importante per la stessa, in quanto rappresenta l’inizio della fertilità ed è opportuno, quindi, conoscerne bene le fasi, che abbiamo specificato bene nel nostro recente articolo.

Infatti, la femmina accetta il maschio esclusivamente durante il periodo del calore, ovvero quando gli estrogeni, in conseguenza della maturazione dei follicoli, aumentano.

Solitamente il primo calore avviene tra gli otto ed i dieci mesi, ma sono molti i veterinari che consigliano di far accoppiare la cagna a partire dal secondo calore, perché prima di questo momento l’organismo dell’animale non ha completato totalmente la crescita: di conseguenza, una gravidanza in età molto giovane potrebbe compromettere uno sviluppo corporeo adeguato.

Se non si ha alcuna intenzione di far accoppiare il proprio pastore tedesco femmina, è necessario porre particolare attenzione durante questo periodo: ad esempio, non bisognerebbe mai lasciare da solo il cane in giardino, in quanto, seppur siano presenti delle recinzioni, il cane maschio potrebbe trovare qualsiasi tipo di scappatoia per raggiungere il suo obiettivo.

La gravidanza

La gravidanza del pastore tedesco femmina dura generalmente dai 60 ai 63 giorni: essa, tuttavia, può essere variabile, in quanto è spesso difficile identificare il preciso momento dell’ovulazione.

Solitamente, la gravidanza può essere diagnosticata mediamente palpazione a livello addominale tra il 15° ed il 28° giorno (con una buona possibilità di errore), oppure dopo il 42° giorno mediante radiografia, che va ad evidenziare i nuclei di ossificazioni dei cuccioli di pastore tedesco.

Per quanto riguarda i comportamenti da adottare durante la gravidanza del pastore tedesco femmina, è fondamentale, ad esempio, che il cane sia lasciato libero di svolgere qualsiasi attività, seppur, a causa della crescita della pancia, bisogna evitare che faccia sforzi eccessivi.

È molto importante, inoltre, far sì che in questo periodo il pastore tedesco femmina sia seguito da un veterinario, il quale potrà darti consigli anche in merito alla giusta dieta ed alimentazione.

Il parto

Si può riconoscere il parto imminente, se notiamo che la femmina di pastore tedesco si presenta particolarmente irrequieta e, di frequente, cerca il proprio padrone al quale è affezionata. Il suo istinto naturale, inoltre, la spinge a costruirsi una cuccia, quindi tenterà spesso di scavare.

È importante, in questo lasso di tempo, tenere sott’occhio l’animale, che non dovrà mai essere lasciato completamente da solo, ma neanche eccessivamente disturbato.

Nel momento del parto, non bisogna assolutamente effettuare alcun tipo di trazione: i tessuti del cucciolo di pastore tedesco sono molto deboli e, se c’è l’intervento umano, potrebbero addirittura lacerarsi, causando la morte del piccolo.

Ogni cucciolo appena nato (il cui numero è variabile a seconda dell’esemplare) è avvolto nel sacco amniotico che, subito dopo il parto, il pastore tedesco femmina, ingerisce.

È importante sapere, inoltre, che tra un cucciolo e l’altro possono passare 10 minuti oppure anche diverse ore: se trascorrono oltre otto ore, è opportuno comunque consultare il proprio veterinario. Ad ogni modo, a 24 ore dal parto, è bene far visitare la cagna.

Dopo che il parto è avvenuto, la mamma dei cuccioli rimarrà molto tempo nella cuccia e qualsiasi tentativo di allontanarla sarà vano.

Occorre fare anche particolare attenzione ad accarezzare i cuccioli, in quanto la mamma potrebbe dimostrarsi molto aggressiva: il suo istinto naturale la spinge a proteggere la prole.

Nomi di pastore tedesco femmina

Sono in molte le persone che desiderano consigli in merito agli appellativi destinati alle femmine di pastore tedesco. La scelta del nome da dare al proprio cucciolo di pastore tedesco femmina è, infatti, un momento molto importante per la sua vita, ma anche per quella della famiglia che la ospiterà.

Spesso, soprattutto se si hanno dei bambini in casa, il rischio è di affibbiare al proprio cane un nome abbastanza banale, come quello dei personaggi Disney.

Seppur possano essere simpatici, perché non scegliere un nome che possa identificare al meglio la razza del pastore tedesco?

Essendo un cane dall’indole coraggiosa, forte e dal portamento elegante, vi consigliamo di scegliere un nome che possa simboleggiare questo temperamento.

Ad esempio, ti consigliamo di scegliere tra nomi antichi, come Flora, Diva, Meda, Olympia e Dafne. Oppure, ecco qui di seguito un elenco dei nomi più moderni che simboleggiano la maestosità del pastore tedesco femmina: Akira, Alyssa, Amelia, Anja, Daisy, Dakota, Dana, Danka, Delia, Flo, Fiona, Flo, Flora, Frida, Gea, Ginevra, Ginger, Kimba, Luna, Peggy, Stella, Velvet, Yuma.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *